SELENIO 20
Il tuo jolly per vincere lo stress ossidativo

L’importanza del selenio nella nutrizione è riconosciuta anche dalla WHO (World Health Organization). Peccato che lo zolfo contenuto nei fertilizzanti e nei composti sulfurei presenti nelle piogge acide, potrebbe limitare l’assorbimento del minerale da parte delle piante.

Cos’è

È un integratore a base di Selenio, prodotto nel pieno rispetto di elevati standard qualitativi, con farina di riso di origine biologica come unico eccipiente. Contiene lievito.

A cosa è utile e come agisce

L’importanza del selenio nell’alimentazione fu studiata a partire dal 1979, in occasione della scoperta della malattia di Keshan, tipica delle zone della Cina e caratterizzata da disturbi cardiovascolari (cardiomiopatie) in età infantile e nelle donne in età fertile. La causa era stata correlata alla carenza di selenio nel suolo di quelle aree. L’importanza del selenio nella nutrizione è stata poi ripresa negli anni a seguire dalla WHO (World Health Organization- 1996).
Il selenio è un minerale traccia che, in piccole quantità,  è essenziale per il nostro organismo. La sua principale caratteristica è quella di essere incorporato nella struttura di alcune proteine, chiamate seleno-proteine, prima fra tutte le glutatione perossidasi, la cui funzione principale è contrastare l’effetto dei radicali liberi, contribuendo a prevenire i danni ossidativi delle strutture cellulari, soprattutto a carico del colesterolo LDL. Il selenio è inoltre importante per la normale funzione della tiroide, del sistema immunitario, delle funzioni riproduttive maschili; contribuisce al mantenimento di capelli e unghie.
Ha un effetto sinergico con la vitamina E.

Il nostro consiglio d’uso: 1-2 capsule al giorno, accompagnate da un abbondante sorso d’acqua, preferibilmente lontano dai pasti.