Share on facebook
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Bambini e carenza di magnesio

Il magnesio si trova naturalmente in quasi tutti i cibi, ma quelli in cui è più presente sono i cereali, i legumi, la frutta a guscio, il cacao e la verdura a foglia. Non sempre, però, nella dieta dei bambini, questi alimenti trovano lo spazio sufficiente.

La scorretta o carente alimentazione e il maggiore bisogno di energia dei bambini, sono due fattori che li portano sempre più alla carenza di magnesio.

La corretta quantità di magnesio aiuta i bambini nel loro sviluppo svolgendo diverse funzioni:

  • Supporto della funzionalità psicologica (con aiuto nella qualità del sonno) e a livello energetico;
  • Supporto alla funzionalità muscolare;
  • Aiuto a rafforzare ossa e denti.

I due segnali principali che possono essere ricondotti alla carenza di magnesio nei bambini sono le difficoltà del sonno e la stanchezza.

Esistono anche altri segnali che possono indicare che i livelli di magnesio in un bambino siano bassi:

  • Irritabilità;
  • Iperattività e incapacità di stare fermi;
  • Sbalzi d’umore;
  • Fastidi muscolari;
  • Mancanza di attenzione;
  • Mancanza di energia;
  • Risvegli notturni.

Non esistendo degli esami di riferimento per monitorare i livelli di magnesio nei bambini, dal momento che il magnesio nell’organismo è immagazzinato nell’osso e all’interno delle cellule (non nel sangue), risulta quindi fondamentale riuscire a individuarne i segnali in modo da intervenire adeguando e correggendo l’alimentazione e, in caso di necessità, con la giusta integrazione.

Bambini

Bambini e carenza di magnesio

Il magnesio si trova naturalmente in quasi tutti i cibi, ma quelli in cui è più presente sono i cereali, i legumi, la frutta a

Magnesio

Il ruolo del magnesio per l’intestino

Il magnesio è un elemento essenziale richiesto come cofattore per oltre 300 reazioni enzimatiche ed è quindi necessario per il funzionamento biochimico di numerose vie